Serie D: HR SOLUTIONS sconfitta sulla sirena a San Giuliano!

 

10^giornata di andata Pol. S.Giuliano Milanese-HR SOLUTIONS USSGB Abbiategrasso 52-50 (12-13; 15-14; 14-13; 11-10)

S.Giuliano Milanese: Moro 1; Mangiatordi 7; Cavaliere 8; Abis; Gamberini 5; Mitra; Montanari 10; Piccenoni 10; Felisari 5; Marchesi ne; Prevosti 6; Vicini ne; All.re Caffini

HR SOLUTIONS USSGB: Marcone 13; Facchi G. 11; Facchi A. 2; Invernizzi B. 6; Orlandi 8; Facchi M. 4; Lonati 2; Mangiarotti 2; Muzio 2; Invernizzi G.; All.re Gerosa; vice Morone D.

di Andrea Rizzonelli

Perdere così fa male, anzi malissimo. Due punti che pesano quelli lasciati dall’Ussgb sul campo di San Giuliano Milanese, al cospetto di una formazione alla portata contro la quale i leoni non sono riusciti quasi mai ad esprimere il loro gioco (eloquenti le percentuali balistiche: 18/41 da 2, 3/16 da 3, a cui aggiungere anche una scarsa precisione ai liberi con solo 5/11). La formazione abbiatense, infatti, si è lasciata guidare dal ritmo blando e compassato dei padroni di casa, i quali, meno dotati dal punto di vista tecnico, hanno così potuto giocare la partita ad un’andatura più consona alle loro qualità, risultando alla fine vincenti.

Fin dalle prime battute si notano le difficoltà offensive dell’Ussgb, capace di trovare il primo canestro solo dopo 4’ di gioco con Marcone; ancora Marcone e due realizzazioni di Bruno Invernizzi (per lui serata poco precisa al tiro con solo 2/8 dal campo e 2/4 ai liberi, ma tanta sostanza nei 10 rimbalzi catturati e nelle 4 palle recuperate) per i sorpassi esterni 4-6 al 4’ e 6-8 al 5’, poi Muzio e Gabriele Facchi per il vantaggio ospite 12-13 alla prima mini pausa. Il secondo periodo vive di strappi, da una parte e dall’altra: il primo lo mettono a segno i padroni di casa con un parziale di 7-0, per il 19-13 al 13’ con conseguente time out di coach Gerosa;  al rientro è la volta dell’Ussgb, che con i canestri in sequenza di Mangiarotti, Lonati e Gabriele Facchi impatta 19-19, prima che un altro parziale di 7-1 riporti S.Giuliano a +6 sul 26-20 al 17’. La risposta dell’Ussgb è nelle conclusioni di Marcone e Orlandi, autori rispettivamente di una tripla e di due canestri piazzati, per il 27-27 con cui le squadre vanno negli spogliatoi.

Sempre Marcone (top scorer di serata con 13 punti, ma 5/15 al tiro) realizza il primo canestro del terzo quarto e sarà ancora una sua tripla a dare all’Ussgb il +4 sul 29-33; ad una tripla fortunosa di tabella di S.Giuliano risponde il piazzato dalla lunetta di Orlandi per il 32-35 al 25’, cui farà seguito un parziale locale di 6-1, per il vantaggio interno 38-36. Matteo Facchi firma la parità 38-38 al 28’ e un canestro in contropiede di suo fratello Andrea tiene l’Ussgb a -1 (41-40) all’ultimo mini intervallo. Due giocate da tre punti spingono i padroni di casa a +5 sul 47-42 al 33’, ma Gabriele Facchi (autore di una prestazione di grande personalità, con un immacolato 5/5 dal campo) non ci sta, riportando i suoi in parità sul 47-47 grazie ad un long two dal mezzo angolo e ad una tripla. Al 35’ un tiro libero di Bruno Invernizzi firma il vantaggio (47-48), a cui però l’Ussgb non riuscirà a dare seguito, nonostante il grande sforzo difensivo. S.Giuliano impatta così 48-48 e sarà un canestro di Gabriele Facchi a dare l’ultimo vantaggio all’Ussgb sul 48-50 al 38’. A questo punto entrambe le squadre si bloccano offensivamente, tanto da entrare negli ultimi 40’’ di gara ancora ferme sul 48-50. L’Ussgb avrebbe per due volte l’opportunità di allungare: prima dalla lunetta, con Gabriele Facchi che purtroppo fa 0/2, poi con l’azione scaturita dal rimbalzo offensivo, che però si conclude con una palla persa con 17’’ da giocare. Il finale è tutto al cardiopalma. S. Giuliano conquista e realizza due tiri liberi per il pareggio 50-50 a 4’’ dal termine; in uscita dal time out, l’Ussgb perde malamente palla sulla rimessa e lascia incredibilmente l’ultima opportunità ai locali con poco più di 2’’ sul cronometro; S.Giuliano non si lascia sfuggire l’occasione e con un canestro a fil di sirena realizza il definitivo sorpasso per un successo dal peso specifico già importante ai fini della classifica.

Archiviata questa sconfitta rocambolesca, ora bisogna subito voltare pagina perché venerdì sera alla “Scarioni” arriva il fanalino di coda Vanzago. Match da non sottovalutare assolutamente e da affrontare con la massima concentrazione anche perché, se portato a casa, potrebbe già essere determinante per mettere un margine importante sull’ultima posizione, l’unica che sancisce la retrocessione diretta. Appuntamento, quindi, venerdì 14 dicembre alle ore 21.15 alla palestra “Scarioni” di Abbiategrasso per la sfida contro la Libertas Vanzago.